Fiori e pennelli - Patanè 1972

Ricordando Arturo, di Carlo Maria

Caro Arturo

Affettuosissimo, cordiale, sempre sorridente, ricco di quell’umanità  e di quella semplicità che è sempre più raro vedere, oggi come ieri, in chiunque.
Tu, uomo, hai vissuto sempre come hai voluto… riuscendoci!

Olio su tela

Sereno comunque, anche quando il turbine della malattia ha investito la cara zia Alda, tua amata compagna per tutta la vita, dolce e comprensiva, che hai amorevolmente assistito con estrema ed affettuosa dedizione, fino alla fine.

Tanta nobiltà d’animo ti ha certamente spalancato le porte del paradiso, visto che poi la malattia si è portata via anche te.

Le SpigheAvevi parole di comprensione anche per la tua croce che hai portato con dignità estrema. Non un lamento, non una parola fuori posto, non uno scatto d’ira.
Sempre una pensiero buono per tutti. Te ne sei andato via dicendo a noi di non preoccuparti per te.

Hai sofferto in silenzio nascondendo la tua malattia, evitando sempre di parlarne e curandoti senza darlo a vedere, dignitosamente, quasi in segreto.
Tanto che non ti nascondo di aver pensato che non fossi così grave…

Adesso da lassù guardi e proteggi la tua famiglia che avanza tra le difficoltà  di questa esistenza, certa, tuttavia, della tua continua presenza al suo fianco (e certamente un’occhiatina la darai anche a noi tutti).

Che dirti ancora? La dignità ed il coraggio che hai mostrato nei momenti bui della tua vita ci daranno la forza di seguire il tuo esempio e di aiutarci nella nostra esistenza quando dovessimo trovarci, anche noi, in mezzo alla tormenta…o qualsiasi altra difficoltà. Non ce lo auguriamo, è evidente. Ma sapremo allora, sicuramente, come fare.

Adesso, però, mando a te ed alla zia (ma anche a mamma e papà) un sorriso ed un abbraccio. Noi vi pensiamo sempre e vi siamo comunque vicini nel ricordo, sempre vivo, e con la preghiera.

Baci.
Carlo Maria

4 commenti
  1. pierino accurso dice:

    Con grande sorpresa ho ritrovato su questo web il mio caro amico di tanti anni, Arturo Patanè.

    Un grande maestro che mi ha sempre onorato della sua amicizia fraterna. Egli l’autore indimenticabile dell’immagine scolpita dello scugnizzo d’oro, massimo premio r. presidenza consiglio dei ministri, ufficio della proprità letteraria, artistica e scientifica. Premio assegnato per la letteratura, giornalismo, scienze, teatro, turismo e cultura in genere, regia e medicina.

    Lo stesso premio con cerimonia tenuta negli anni a Napoli, Roma, Praia a mare, ancora a Napoli e prossima edizione il 27 ottobre 2007 nella sala consiliare del comune di Tortora Marina -Cs-. Il premio fu battezzato in Sorrento nel 1979. Arturo è sempre con noi particolarmente spiritualmente. Speriamo che almeno uno dei figliuoli potrà essere presente con noi il 27 ottobre 07 perchè in quella occasione si parlerà del grande artista Patanè.

    Perino Accurso.

    Rispondi
  2. Cirellapoint dice:

    Buonasera, complimenti per le vostre opere e per il sito internet. Se per voi va bene volevo proporvi uno scambio link con il portale del mio paese Cirella (Cosenza), Cirellapoint

    In attesa
    Saluti

    Alessandro Greco

    Rispondi
  3. admin dice:

    Buonasera a te Alessandro,

    il link è stato inserito come da richiesta ed è già visibile nel sito. Per lo scambio, attendiamo comunicazione dell’inserimento del nostro link testuale nel tuo portale.

    Grazie per la visita!

    Amministratore del blog Arturo Patanè.

    Rispondi
  4. Alessandro Greco dice:

    Ho inserito il link nella home page area partners e mi farebbe piacere avervi tra i miei iscritti.

    Alessandro Greco

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.